Atelier: risultati raggiunti nel 2016

27 Giu 2017

Di seguito è possibile leggere la relazione 2016 sulle attività del laboratorio protetto.

Per informazioni sul servizio CLICCA QUI e per leggere tutto il Bilancio di missione QUI

La proficua collaborazione con i servizi del territorio contribuisce ad affermare il Laboratorio protetto come servizio di qualità per occasioni lavorative e formative rivolte a persone con disabilità adulte. Ne è dimostrazione il fatto che il servizio ha raggiunto la sua capienza massima rispetto alle disponibilità economiche dei Servizi invianti.
Si è consolidata l’attività relativa ad un importante commessa aziendale, si è avviata una nuova commessa con altra azienda del territorio, e si è implementata l’attività tradizionale dell’artigianato artistico con la predisposizione di tutte le attività propedeutiche all’apertura della bottega artigiana “Il Senso delle Cose” per la produzione e vendita di bomboniere e oggetti regalo da parte degli allievi dei Laboratori Atelier e LaVilletta.


Nel corso del 2016 è proseguito (ad aprile e maggio) anche il progetto in collaborazione con l’Azienda agricola Begatti di Crevalcore, al fine di porre in essere un’esperienza lavorativa in campagna per la realizzazione di mazzi di asparagi, all’esterno del Laboratorio, e si è sperimentata nei mesi di giugno e luglio una attività di danza movimento terapia con la dottoressa Laura Neri. Si sono afforntate anche le tematiche della autodeterminazione per le perone cono disabilità adulte anche alla luce della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.


Il progetto Mani Abili è ripreso con il coinvolgimento di 3 classi della scuola primaria Romagnoli consentendo di proseguire con le occasioni di incontro tra alunni delle scuole persicetane e persone con disabilità, mantenendo ferme le medesime finalità iniziali del progetto, con occasioni di apprendimento attivo e concreto tramite le attività manuali, finalizzate ad una consapevolezza del ruolo attivo delle persona con disabilità, al superamento dei pregiudizi per gli alunni delle scuole del territorio.
Andrea Fiorini
Responsabile e coordinatore dell’Atelier

Obiettivi futuri • Mantenere la massima occupazione dei posti disponibili; • Implementare le nuove attività della bottega artigiana “Il Senso delle Cose”; • Ripresa della collaborazione con le scuole per progetti di sensibilizzazione degli alunni rispetto alle capacità e potenzialità di persone con disabilità.
Esito questionari valutazione 2016 Atelier

1) Soddisfazione sull’utilizzo del trasporto (da intendersi trasporto dei servi sociali e non il mezzo pubblico) pari al 91%. Lo utilizzano 11 allievi su 22; 8 molto soddisfatti (buono/ottimo), 2 si dichiarano soddisfatti (sufficiente/discreto), 1 da una valutazione “scarso”. A questo proposito occorre sottolineare che il servizio di trasporto è garantito dagli Enti locali che si avvalgono di associazioni di volontariato, e rispetto alle problematiche che talvolta si verificano in termini di organizzazione del servizio si è sempre provveduto da parte del coordinatore e dello staff Atelier a far presente agli erogatori del servizio tutte le sollecitazioni provenienti dalle famiglie e dagli operatori. Si riscontra una migliore valutazione rispetto all’anno precedente.

2) Sugli orari della struttura la soddisfazione è pari al 98%. Si dichiarano tutti soddisfatti. 20 famiglie assegnano il voto massimo (buono/ottimo), 2 il voto sufficiente/discreto. In linea con anno precedente.

3) L’intervento educativo soddisfazione del 98%